Il forno a microonde ha davvero rivoluzionato il modo di cucinare, scongelare e riscaldare i cibi.

Abituati, ormai, a tempi odierni in cui la fretta sembra prendere il sopravvento su tutto, questo nuovo elettrodomestico facilita il lavoro e permette, al tempo stesso, di risparmiare molta energia.

La sua diffusione di massa in Italia si è palesata intorno agli anni duemila, senza non pochi pregiudizi riguardo al suo funzionamento e alla particolare tecnologia che utilizza.

Nei prossimi paragrafi vi chiariremo alcune questioni a riguardo e analizzeremo le caratteristiche davvero innovative.

Come funziona?

Come dice la parola stessa, si tratta di microonde prodotte da un magnetron. Queste, all’interno dello spazio di cottura vanno a sollecitare le molecole d’acqua presenti nel cibo, iniziando, così, a surriscaldarsi.

L’attivazione di questo meccanismo ha come conseguenza, quindi, la cottura degli alimenti in tempi rapidissimi.

Si stima, infatti, una riduzione di tempo del 50-75% rispetto ad un forno tradizionale che disperde maggior energia perchè deve essere prescaldato.

Ovviamente, c’è da dire che la tecnologia si è notevolmente evoluta nel corso del tempo e ha permesso di ottenere funzioni molto simili al classico forno.

Forno-a-microonde_Modello-cucina-Infinity_2
Modello cucina Infinity

In particolare, è stato creato il forno a microonde combinato che unisce tre modalità di cottura, tutte davvero molto utili: la funzione ventilata, grill e microonde.

E’ una soluzione sicuramente tra le più complete che consente di ottenere risultati eccezionali e gustosi!

Precisiamo che in questo tipo di cottura non vengono distrutti i componenti nutritivi degli alimenti ma anzi conservati ed esaltati.

La potenza di un forno a microonde è ciò che stabilisce la rapidità di riscaldamento del cibo e generalmente arriva fino a 1100/1200 watt.

Quale forno a microonde è meglio acquistare?

Come spesso ricordiamo non c’è un prodotto migliore di un altro.

Nel momento in cui si deve acquistare un nuovo forno a microonde è bene valutare con attenzione le caratteristiche prestazionali in base alle proprie esigenze.

Solo così si riuscirà a godere al massimo di tutti i vantaggi.

In generale per scegliere un forno a microonde è importante considerare quattro fattori, tutti correlati tra loro: le funzioni e i programmi disponibili, le dimensioni dell’apparecchio, il design e il prezzo finale.

Il primo punto è fondamentale per capire quale uso se ne deve fare e, quindi, quanto deve essere avanzato a livello di impostazioni e funzionalità.

Forno-a-microonde_Modello-cucina-Infinity_3
Modello cucina Infinity

Molto importante è considerare, anche, la facilità d’uso del forno a microonde, che permette di comprendere in modo intuitivo le differenti operazioni.

Praticamente tutti i modelli, ormai, sono provvisti di un pratico display in cui vengono indicate le attività di preparazione in corso.

Dimensioni

Le dimensioni, poi, sono davvero variabili e dipendono dal design del prodotto e dalla sua capacità.

Per questo, se si è in fase di progettazione di una nuova cucina, è essenziale controllare le misure dello spazio disponibile da destinare all’elettrodomestico, cercando sempre di ottenere una proporzione tra i diversi elementi della composizione.

A livello estetico, a prescindere da marca e modello, è possibile scegliere tra un forno a microonde da incasso e free standing, cioè a libera installazione.

La prima opzione nasce come consueguenza di un uso massiccio dell’elettrodomestico, spesso anche in sostituzione del forno tradizionale.

La sua posizione viene, quindi, immaginata all’interno della composizione e del mobile cucina.

Non è raro, infatti, vedere il forno a microonde installato in bellissime colonne verticali.

Forno-a-microonde_Modello-cucina-Infinity
Modello cucina Infinity

Nel secondo caso, invece, l’oggetto può essere semplicemente appoggiato sul piano di lavoro o su di uno spazio dedicato, ricordandosi di tenerlo lontano qualche centimetro dalla parete e almeno 20 cm nella parte superiore.

Design e qualità dei materiali di realizzazione sono da considerare!

Alcuni elettrodomestici dalle forme ricercate o dai colori stravaganti potrebbero non essere idonei allo stile della cucina o risultare di scarsa qualità, con conseguente facilità di deformazione.

Un uso prolungato, in questi casi, potrebbe provocare danni permamenti.

Quindi si al design ma anche e sopratutto alla fattura dell’apparecchio!

Il costo finale, infine, è ovviamente influenzato dalle caratteristiche specifiche di ogni modello.

Si potrà sempre fare affidamento ad un professionista del settore in grado di proporre la soluzione perfetta.

Una scelta consapevole e non improvvisata ci permetterà di farci innamorare davvero di questo elettrodomestico dalle bellissime potenzialità!

Se volete rimanere sempre aggiornati con le ultime novità, date un’occhiata al blog di Stosa Store Firenze:

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media

Categorie

Articoli Recenti

Rimani Aggiornato

Iscriviti alla nostra Newsletter

Non inviamo spam, puoi disiscriverti quando vuoi.

Correlati

Potrebbe interessarti anche ...

tipologie di piano cottura

Tipologia di piano cottura

Scegliere la tipologia di piano cottura per la cucina potrebbe rivelarsi piuttosto impegnativo, sopratutto pensando a quante opzioni il mercato offre. Dal piano a induzione

Il-legno-massello1

Il legno massello

Inutile dire che il legno massello custodisce da sempre un fascino unico e intramontabile, in grado di adattarsi perfettamente a tutti gli stili di casa,